NOTTE MOVIMENTATA

Essere solo nella penombra
scrutare a fondo l'anima mia
Ú di pensieri la mente ingombra
Ú conflitto fra realtÓ e melodia.

Vola il pensiero oltre l'oscuro
vola pi¨ volte ed invano ritenta
il suo ardore man mano insicuro
la luce del sogno ormai Ú spenta.

Ricordi,immagini, bugiarde visioni
tetra e fredda veritÓ che mi assale
il nulla rapisce profonde emozioni
urlo dal petto prorompe fatale.

Profili indefiniti, contorni sconnessi
glaciale rugiada imperla la fronte
misteriose presenze di amori promessi
sembianze umane sull'etereo orizzonte.

Sensazione strana, intima e straziante
richiami remoti di esistenze passate
affetti coltivati dal mio io inquietante
sussurri di gioia di entitÓ amate.

Or pace nell'alma alberga
riprendo l'erta che reca a Morfeo
e parmi quasi di scorger terga
di color che pria formavan corteo.

ROCCIOSO