Fino a questo momento non è stato possibile identificare i primi abitanti di Creta. Si sa che non erano né dei semiti venuti dal Vicino Oriente né degli indoeuropei che avevano partecipato all'occupazione del territorio greco. La civiltà cretese è stata chiamata ''minoica'' da un archeologo britannico, sir A. Evans, che agli inizi del secolo riportò alla luce Cnosso e il ''Palazzo di Minosse. L'aggettivo si accorda con la mitologia, perché tutti i leggendari re di Creta avevano per nome Minosse. Creta era il centro di un fiorente impero marittimo, e la sua influenza era tanto forte da farsi sentire fino a Tebe.

Verso il 1400 a.C. Creta dovette far fronte a un vero disastro . Cnosso fu distrutta dagli invasori e la stirpe reale si estinse. Il mito di Teseo e del Minotauro è legato molto verosimilmente a questa distruzione, il cui triste onore va ad Atene. Un'altra invasione, questa volta di greci dorici, si ebbe nel 1200 a.C. e fu fatale alla gloria di Creta, che scomparve per sempre. Creta appare frequentemente nella mitologia greca, oltre a Minosse ed a Teseo, l'isola aveva dei legami sicuri con Zeus, il cui luogo di nascita si pone, secondo le versioni, sul monte Ditte o sul monte Egeo.